• Nuova mensa e piazza comparto OSC Mendrisio

  • concorso 3. premio

Il complesso OSC è caratterizzato dal parco di Casvegno e dalla presenza di edifici di valore storico e architettonico (Aurelio Galfetti, Villa Ortensia). L’intervento riguarda principalmente l’ottimizzazione e il miglioramento della fruizione del luogo, in risposta alle accresciute necessità e nell’ottica di permettere al centro del comparto di assumere quelle caratteristiche favorevoli allo sviluppo di un luogo identitario aggregativo e sociale. I nuovi edifici per la Mensa e il Prestin Nööv sono accomunati dalle scelte progettuali che creano un chiaro legame tra i due edifici, inserendo in questa relazione a distanza anche tutto lo spazio esterno che li separa. I nuovi edifici ripropongono la tipologia a padiglione, caratteristica degli edifici del parco.  In dialogo con gli edifici esistenti che ospitano il Teatro, il Bar e i Servizi Generali, creano nuovi rapporti tra gli spazi esterni, risolvendo accessi e collegamenti funzionali verso le altre strutture e verso l’intero parco di Casvegno. Sono sottili variazioni di questi temi principali a declinare le specificità degli interventi sui singoli fabbricati. Il controllo della luce naturale governa l’intera composizione, dall’orientamento degli spazi al disegno delle sezioni e all’espressività delle soluzioni strutturali. 

  • Architetti: Ortalli Verrier, Gaelle Verrier e Giacomo Ortalli

  • Collaboratori: Luca Borlenghi, Lorenzo Campagna, Filippo Gismondi, Mattia Agates, Alessandro Loda, Pietro Blini

  • Ingegnere civile Passera & Associati

  • Arch. paesaggista: Demolfetta & Strode

  • Fisico della costruzione: Gattoni Piazza